"Cerco di insegnare le tecniche e non gli strumenti": intervista a Morena, docente di E-commerce e Web Marketing

Oggi ti facciamo conoscere più da vicino Morena Bortolas, una docente che qui in ENACLAB insegna le materie Grafica e Social Media Marketing. Le abbiamo chiesto di raccontarci qualcosa di più sulla sua esperienza di insegnamento in ENACLAB. Ecco cosa ci ha risposto! :-)

Buongiorno Morena. Che ne dici se per iniziare questa intervista racconti qualcosa su di te ai nostri lettori?

Volentieri! Ciao a tutti, mi chiamo Morena Bortolas e lavoro in ambito Web da un po’ di anni oramai. Mi occupo principalmente di comunicazione, anche se, lavorando per conto mio, mi capita di fare un po’ di tutto, compresi HTML, CSS e grafica, ma la comunicazione, in varie forme, ha uno spazio sempre maggiore, sia per interesse professionale che personale.

Da un po’ di tempo ho iniziato a collaborare con ENACLAB come docente del corso di e-commerce e web marketing e grazie a questa esperienza ho scoperto che tenere dei corsi è una cosa che mi soddisfa davvero molto! Mi piace soprattutto perché insegno ad adulti che spesso arrivano al mio corso digiuni di una formazione specifica in ambito Web, ma già dopo poche lezioni mi accorgo che riescono a interiorizzare ciò che insegno e a metterlo in pratica.

Come trovi l’esperienza dell’insegnamento in ENACLAB?

Beh, conoscevo già da prima alcune persone che lavorano qui e anche per questo motivo si è creato fin da subito un clima molto amichevole e caloroso, ma allo stesso tempo anche molto professionale. Lo staff fornisce un grande supporto, anche logistico, ai docenti e quindi mi trovo molto bene. Anzi grazie ragazzi!

Grazie a te per la tua preziosa collaborazione! Ma entriamo nel vivo dell’intervista: come sono strutturate le tue lezioni?

Cerco sempre di dare alle mie lezioni un’impostazione particolarmente pratica: prendo spunto direttamente dal mio lavoro per fornire alla classe degli esempi reali relativi ai casi che possono presentarsi e, di conseguenza, per svelare loro “i trucchi del mestiere”. In generale mi piace che gli allievi, alla fine di ogni lezione, abbiano già in mano delle nozioni concrete, che possano appunto mettere in pratica. Uso molto le slides e le uso come se fossero dei tutorial. Alla fine delle lezioni gli allievi le scaricano così da avere a disposizione delle tracce per potersi ricordare delle cose che abbiamo visto in classe assieme.

Cosa ti piace del tuo lavoro?

I corsi che ho tenuto sono stati molto interessanti anche dal punto di vista umano: ho lavorato con persone di età diverse e che avevano alle spalle diverse esperienze professionali e formative e con molti di loro sono rimasta in contatto anche a distanza di tempo. Per me avere a che fare con persone differenti di gruppo in gruppo risulta molto stimolante perché nello strutturare gli esercizi da fare in aula mi baso su chi ho di fronte e sulla loro realtà. Gli allievi mi raccontano i problemi che devono affrontare nel loro lavoro e io cerco di costruire gli esercizi sulla scorta dell’esperienze che loro mi descrivono. Preparare le lezioni, inoltre, diventa anche un modo per riordinare le cose che so e per impararne di nuove

Vuoi aggiungere qualcosa prima della fine dell’intervista?

Sì, una cosa cui tengo molto è questa: tendenzialmente cerco di insegnare le tecniche e non gli strumenti perché non sempre si conoscono gli strumenti che si utilizzeranno sul luogo di lavoro. Quando usiamo gli strumenti, prediligo i software opensource, di modo che ogni allievo, una volta a casa, possa scaricare gratuitamente il programma e lavorarci senza avere problemi di licenze o dover spendere soldi per poter lavorare. Per fortuna il mio ambito di lavoro me lo consente.


Grazie mille, Morena. Dopo aver letto questa intervista i nostri lettori sapranno sicuramente qualcosa di più su di te e sul tuo metodo d’insegnamento, che, come hai detto, mette al primo posto la pratica! Tutti coloro che hanno qualche curiosità o qualche domanda sui prossimi corsi in partenza possono chiamarci allo 0439 840947 o scriverci a feltre@enac.org

Feltre (BL), 27/09/2017